Foggia, mercoledì 14 novembre 2018
“Impedire lo smantellamento dell’IRB”, la Femca Cisl chiede l’intervento delle Istituzioni per salvare l’opificio di Biccari.
TW

Facebook

Femca data 09/10/2009

NEWS  

“Impedire lo smantellamento dell’IRB”, la Femca Cisl chiede l’intervento delle Istituzioni per salvare l’opificio di Biccari.


“Fermare lo smantellamento dell’IRB di Biccari”. E’ l’appello inviato al Prefetto di Foggia e al Sindaco del Comune dalla Femca Cisl. A seguito delle notizie di trasloco dei macchinari dell’opificio, nella giornata del 9 ottobre 2009, il sindacato ha inviato una lettera aperta alle Istituzioni, con la quale “condanna quest’azione messa in atto dall’azienda, contro la quale metterà in campo tutte le azioni sindacali necessarie”, annuncia il segretario generale di Foggia, Egidio Ondretti. “Lo scorso 8 luglio – rileva il sindacalista - l’azienda ha proceduto al licenziamento collettivo (L. 223/91) di tutti i 32 dipendenti con la generica motivazione di crisi aziendale nascondendo i veri motivi che sono – sottolinea - di natura diversa”. Secondo la Femca Cisl, “senza l’alta tecnologia dei macchinari presenti non sarà più possibile realizzare un prodotto competitivo da proporre al mercato”. Pertanto, esprime forti “preoccupazioni per il livello occupazionale, che andrebbe perso definitivamente in un’area già martoriata dalla disoccupazione, e per la giovane età dei dipendenti, la cui media è di 33 anni, collocati nell’enorme massa di disoccupati del meridione”. Per questi motivi, l’organizzazione sindacale si rivolge al Comune ed alla Prefettura affinché “si facciano promotori e mediatori di un tavolo di confronto tra i proprietari dell’IRB e le organizzazioni sindacali, al fine di valutare e verificare – conclude la Femca Cisl - tutte le possibili soluzioni per impedire lo smantellamento dell’opificio”.







La Cisl unisce
SERVIZI CISL
CAF CISL
INAS
ASSOCIAZIONI CISL
LINK UTILI