Foggia, mercoledì 21 novembre 2018
ENEL  Distribuzione, l’Azienda  arretra sempre più sul territorio provinciale
TW

Facebook

Flaei data 16/03/2007

NEWS  

ENEL Distribuzione, l’Azienda arretra sempre più sul territorio provinciale


“Viva preoccupazione per il forte arretramento che l’azienda intende attuare rispetto agli attuali presidi territoriali “. E’ quanto esprimono la FLAEI, sindacato di categoria degli elettrici della CISL, e la UST CISL di Foggia, dopo aver analizzato il documento presentato da ENEL Distribuzione alle organizzazioni sindacali nazionali di categoria, sul nuovo assetto organizzativo dell’Area Rete”. Tale progetto prevede, denunciano i sindacati, “un significativo ridimensionamento del numero della attuali Zone (Centri decisionali territoriali) ed una drastica riduzione dei presidi tecnico-operativi (Unità Operative) con la soppressione di ben il 40% degli attuali presidi”. Il nuovo assetto organizzativo, peraltro, “penalizza pesantemente il territorio della provincia di Foggia, unica provincia della Puglia che, secondo il documento aziendale, dovrebbe perdere oltre alle Unità Operative, anche un importante centro decisionale, storicamente radicato sul territorio, come la Zona San Severo”. Tale Zona, dopo oltre 30 anni di efficace e continuo coordinamento tecnico degli impianti dell’intera area dell’alto tavoliere ( con oltre 26 Comuni serviti, dal SubAppennino al Gargano ) dovrebbe essere soppressa, con il trasferimento delle rispettive competenze alla Zona Foggia, che resterebbe unica Zona nell’intera provincia. La FLAEI e la UST CISL di Foggia, nell’esprimere la loro “decisa contrarietà a tale progetto riorganizzativo, che ha come unico obiettivo il continuo e progressivo abbandono del territorio, invitano tutte le Amministrazioni Comunali della provincia di Foggia a formalizzare all’ENEL il netto dissenso rispetto ad una riorganizzazione fortemente penalizzante per l’intera Provincia, con ricadute negative anche dal punto di vista occupazionale”. La FLAEI e la CISL chiedono all’ENEL di “rivedere la propria posizione nei confronti di un territorio che, per la sua ampiezza ( terza provincia in Italia per estensione ) e per le sue peculiarità logistiche ed infrastrutturali necessita di vedere inalterata l’attuale articolazione organizzativa di ENEL Distribuzione”. La FLAEI e la CISL chiedono, inoltre, all’ENEL la “conferma delle attuali due Zone di Foggia e San Severo e delle attuali dislocazioni delle Unità Operative; il tutto – concludono i sindacati - al fine di garantire un adeguato presidio del territorio, così come fino ad oggi è stato fatto”.







La Cisl unisce
SERVIZI CISL
CAF CISL
INAS
ASSOCIAZIONI CISL
LINK UTILI