Foggia, venerdì 22 settembre 2017
TW

Facebook

Adiconsum Ust data 19/07/2017

NEWS  

SS16 San Severo – Foggia, Cisl e Adiconsum chiedono all’Anas un progetto di adeguamento più avanzato.


La Strada Statale 16, nel tratto tra San Severo e Foggia , deve essere adeguata, messa in sicurezza e riammodernata nel miglior modo possibile, in quanto si tratta di un’arteria assolutamente fondamentale non solo per il territorio provinciale ma anche regionale e nazionale. Per questa ragione, il modello da seguire, nella predisposizione del progetto, è quello della Cerignola – Foggia”.

Questa è la posizione espressa da Cisl e Adiconsum di Foggia nell’ultimo incontro convocato dal Prefetto, Maria Tirone, su richiesta dell’organizzazione sindacale e dell’associazione dei consumatori, alla presenza dell’Ingegner Castiglioni, Coordinatore Territoriale dell’Area Adriatica (Puglia, Abruzzo, Molise) dell’Anas, che ha confermato che il progetto della Foggia – San Severo rientra tra quelli che l’Anas ha programmato di svolgere sul territorio nazionale: è in corso lo studio di fattibilità, che dovrebbe esaurirsi entro il 2017, per poi arrivare successivamente al progetto definitivo ed a quello esecutivo, il quale permetterà di avviare l’iter relativo alla procedura d’appalto.  

Poiché si tratta di una procedura che necessariamente si completerà non prima di tre anni, nel frattempo, sono previsti interventi di manutenzione e sicurezza: in questa direzione, come assicurato dai responsabili delle forze di Polizia, il tratto della SS16 Foggia – San Severo sarà pattugliato 365 giorni all’anno dalla Polizia Stradale, oltre alla presenza di un presidio della Polizia Municipale di San Severo e Foggia mediamente per 22 giorni al mese.

Il segretario generale della Cisl di Foggia, Emilio Di Conza, ed il presidente provinciale di Adiconsum, Giovanni d’Elia, giudicano molto positivamente l’attenzione  della Prefettura sull’importante vertenza territoriale, ma al tempo stesso auspicano da parte dell’Anas un impegno di gran lunga maggiore ed una progettualità più efficace ed avanzata di quella prospettata nell’incontro svoltosi davanti al Prefetto.

“A nostro avviso – affermano Di Conza e d’Elia - il progetto presentato dall’Anas non è completamente adeguato a quelle che sono le esigenze di traffico automobilistico e dei mezzi pesanti che insistono in quella arteria stradale. Non basta cioè un semplice allargamento della strada – spiegano i responsabili di Cisl e Adiconsum - ma andrebbe rivisto il progetto per realizzare un collegamento viario a scorrimento veloce pari alla Cerignola - Foggia”.  Come rilevano Di Conza e d’Elia, “per garantire sicurezza ai cittadini occorre creare due corsie per ogni senso di marcia, il relativo spartitraffico e le corsie apposite per il traffico locale. Confidiamo quindi che l’Anas riveda attentamente il suo progetto – sottolineano i responsabili di Cisl e Adiconsum - poiché il rischio che si corre è quello di realizzare un’arteria strutturalmente superata e non adeguata proprio e soprattutto in termini di sicurezza.

Non capiamo perché la SS16 San Severo – Foggia  non debba essere parificata alla Cerignola – Foggia e collegata alla tangenziale di Foggia. Inoltre, è inconcepibile che l’adeguamento di quel tratto stradale non debba proseguire fino a Termoli. Per queste ragioni, come Cisl e Adiconsum, rivolgiamo un appello all’Anas, al Ministero dei Trasporti, alla Regione, alla Provincia ed ai Comuni interessati affinché la questione – concludono Di Conza e d’Elia - venga discussa e valutata più approfonditamente”.







La Cisl unisce
SERVIZI CISL
CAF CISL
INAS
ASSOCIAZIONI CISL
LINK UTILI