Foggia, venerdì 22 settembre 2017
TW

Facebook

Caf Inas Ust data 30/11/2015

NEWS  

Tagli a Patronati e CAF, positivo incontro tra CGIL, CISL, UIL e ACLI ed i parlamentari del territorio.


“Scongiurare un grave danno ad un servizio di pubblica utilità”.

Modificare le Legge di Stabilità 2016, eliminando i tagli imposti ai Patronati ed ai CAF, che metterebbero a rischio l’assistenza previdenziale e fiscale dei cittadini, oltreché l’occupazione di migliaia di operatori”. E’ la richiesta che i responsabili territoriali di CGIL, CISL, UIL e ACLI, unitamente ai responsabili provinciali dei Patronati CE.PA. (ACLI, INCA-CGIL, INAS-CISL, ITAL-UIL), hanno rivolto ai Parlamentari della provincia di Foggia nel corso di un incontro svoltosi presso la sede provinciale dell’INPS.

L’incontro cui hanno partecipato gli Onorevoli, Colomba Mongiello e Raffaele Di Gioia, si è svolto nell'ambito della mobilitazione unitaria, indetta dalle Confederazioni sindacali nazionali, al fine di indurre il Governo ad “evitare che vengano intaccate le tutele previdenziali e socio-assistenziali garantite gratuitamente a milioni di cittadini”, in quanto “nonostante al Senato la riduzione dei fondi sia passata da 48 a 28 milioni di euro, l’intervento previsto danneggerebbe pesantemente l’attività di pubblica utilità svolta. La sforbiciata si aggiungerebbe a quella di 35 milioni dello scorso anno e ad altri interventi strutturali che abbatteranno significativamente le risorse e la capacità di continuare a fornire i servizi di tutela”.

CGIL, CISL, UIL e ACLI di Foggia hanno ribadito la necessità di scongiurare “un danno che milioni di italiani pagherebbero sulla propria pelle non potendo continuare a ricevere l'indispensabile assistenza previdenziale per le pratiche relative alla pensione, al sostegno al reddito, agli ammortizzatori sociali, o per il riconoscimento di invalidità e di malattie professionali, per il funzionamento degli sportelli dedicati agli immigrati. Uguale sorte che si patirebbe anche sul versante fiscale: ovvero per l'assistenza alle dichiarazioni dei redditi, per l'ISEE, per la verifica reddituale dei pensionati e per la tutela di tanti altri diritti sociali individuali”.

I Deputati presenti all’incontro hanno manifestato sensibilità ed attenzione alla questione posta dai sindacati e dalle ACLI, assicurando massimo impegno e disponibilità affinché in Parlamento si possa arrivare all’approvazione degli emendamenti utili alla piena salvaguardia del serviziodi pubblica utilità svolto da Patronati e CAF ed al contestuale mantenimento dei livelli occupazionali.  







La Cisl unisce
SERVIZI CISL
CAF CISL
INAS
ASSOCIAZIONI CISL
LINK UTILI